The Sofferents
rana

I componenti del gruppo provengono da esperienze e sensibilità diverse ma li unisce il desiderio di dare voce al disagio di vivere cercando di non cadere in una scontata retorica e nelle solite parodie. Ecco dunque l'ironia dei testi a sprazzi quasi demenziali, a volte passionali, ecco i monologhi dal sorriso amaro che caratterizzano gli spettacoli del gruppo. 


The Sofferents nascono a Milano nel 1992 da un'idea di Pino Polimeni e Claudio Panizza, due aspiranti attori e parolieri che decidono di sviscerare il tema della sofferenza attraverso l'ironia.

L'idea iniziale prende corpo con l'entrata nella formazione di Domenico Schiattone e Rocco Pollina, che cominciano a suonare insieme e a comporre canzoni per Pino e Claudio.

Dopo aver prodotto alcune centinaia di copie del loro primo album nel 1993, i Sofferents  ampliano le potenzialità espressive dei loro show di teatro-canzone con l'arrivo del sassofonista Enzo Giliberti e del batterista Michele Latona.


Con l'uscita dal gruppo di Pino Polimeni nel 1996 la band cambia nome in Jena Ludens, suona per un anno poi si scioglie.

Nel 1997 Enzo Giliberti, Domenico Schiattone e Rocco Pollina danno vita con Franco Gallerani, Ruphin Doh e Massimo Alò alla band di world music Mon Doh, che successivamente diventa Mondorchestra.


I Sofferents rinascono nel 2010 con una formazione che attualmente comprende parte dei Mondorchestra e saltuariamente anche altri musicisti ospiti.


Line up

Pino Polimeni : voce e monologhi 

Claudio Panizza
: voce recitante 

Domenico Schiattone
: voce, cori, basso  

Rocco Pollina
: voce, cori, chitarre 

Enzo Giliberti
: sax 

Massimo Alò
: chitarre
Max Dinoia
: batteria


Ospiti:

Franco Gallerani: chitarra elettrica
Armando Soldano:
percussioni

Tra i principali  eventi  dal vivo del passato segnaliamo:

- "Librerie in Piazza" a cura dell'associazione Librai Italiani e Radio Popolare (Milano, piazza Duomo, 1993);

- "Prima festa dell'Alambrado" a cura dell'associazione culturale Alambrado" (Milano, al Blueshouse, 1994);

- "Festa di Primavera" a cura della Lega Ambiente (Brescia, Sede, 1995); 


- Finalisti a "Qui non si canta a modo delle rane", Festival della Satira in Note 
a cura della "Pongo edizioni" (Ascoli, 1995). 


Nel 1992 e dintorni i Sofferents cantavano ed esorcizzavano il disagio e il mal di vivere con l'arma dell'ironia.
Adesso si ritrovano dopo 20 anni con le stesse canzoni e altri brani inediti per dimostrare che il tempo è passato invano e nulla è cambiato in politica e nella vita.
La scommessa artistica rimane la stessa: trasformare la malinconia in poesia, i soprusi e le prepotenze subite in indignazione e tiepide risate.
Testi ironici, essenziali e a sprazzi quasi demenziali, un po' cinici e a volte passionali.
Musica che rincorre variegati generi musicali.

Ma se non potete fare a meno di etichette ecco gli antesignani del DEPRESSIC ROCK:
  "Vivi dal vivo" ritornano THE SOFFERENTS.


 
foto
            sofferents


Demo Live a Sesto San Giovanni - giugno 2011 - Sesto Music Festival

Policlinico (Schiattone-Pollina-Panizza-Polimeni)


rana



La musica dei MondOrchestra

Chi sono i MondOrchestra?



Foto dal concerto del ventennale a Novate

Fine concerto e saluti

Sofferents in
          concerto

Franco e Rocco    Enzo


Domenico


Claudio   Massimo e Max


Armando e Max


The Sofferents a
          Novate


The Sofferents a
          Novate


Home